Perché un viaggio in India ci farà diventare persone migliori

Tempo di lettura: 4 minuti

Perché un viaggio in India ci farà diventare persone migliori

Chi ama l’India lo sa: non si sa esattamente perché la si ama. È sporca, è povera, è infetta; a volte è ladra e bugiarda, spesso maleodorante, corrotta, impietosa e indifferente. Eppure, una volta incontrata non se ne può fare a meno. Tiziano Terzani

Quando mi chiedono quale sia il paese più bello mai visto, io rispondo senza nemmeno pensarci due volte: l’India.

Perché l’India?

Non so rispondere a questa domanda, proprio come nessuno sa rispondere.

So solo che l’India non la puoi scordare.

Ti cambia dentro e ti lascia delle sensazioni da cui non puoi fuggire.

C’è chi la ama, come nel mio caso, e chi la odia profondamente e vorrebbe scappare anche solo dopo 5 minuti da quel paese, così ricco di contrasti e di colori.

La verità è che posti come l’India ti invitano a guardarti dentro.

Non puoi più nasconderti da te stesso dopo un viaggio in India, ma puoi solo entrare a contatto con le tue emozioni più nascoste nel profondo del tuo cuore.

Sarà proprio il fatto che sia la capitale dello yoga e della meditazione.

Sarà perché la povertà dell’India è una povertà che ti entra dentro le ossa.

Saranno gli odori di mucche e spazzatura che si mischiano al profumo dell’incenso che esce dai templi.

Sarà lo sguardo dolce delle persone del posto, delle risate dei bambini che giocano nel sacro fiume Gange, delle donne che spadellano nelle tante cucine dei ristoranti indiani.

Forse saranno tutti quei sapori speziati a base di curcuma e cumino a rimanerti impressi nella mente e a non farti mai scordare le strade dell’India.

Quelle strade così povere dove le persone non hanno nulla ma allo stesso tempo hanno molto.

Capisci che hanno molto quando vedi dei bambini magri, scalzi e sporchi illuminati da una felicità e da una spensieratezza rara.

Ti viene da chiederti: non è che sono sempre così triste perché ho troppo in questa vita?

Quei bambini sono straordinari, curiosi, aperti al mondo, furbi e con tanta voglia di contatto umano.

Non so davvero come mai ma dopo essere tornata dall’India la mia vita è cambiata profondamente.

Dopo aver vissuto in mezzo al popolo Indiano capisci che nella vita tutto è possibile.

Se sopravvivrai nelle strade dell’India sopravvivrai ovunque.

Capirai che non ci sono limiti e i problemi sono nati per essere risolti.

Se prima ti senti anche solo un minimo fortunato ad avere quello che hai, dopo un viaggio in India ti sentirai un vero e proprio Re.

Capirai che non puoi rimanere con le mani in mano ma che il tuo contributo in questa vita è fondamentale.

Che tu voglia aiutare il prossimo o solamente esprimere la tua vocazione o lasciare un segno su questa terra, l’India ti farà capire che sei in grado di fare tutto.

Se arriverai in India con pregiudizi, etichette o razzismo esse si trasformeranno in compassione e amore verso il prossimo.

Non c’è una spiegazione logica ma è il potere dell’energia che assorbi in quel magico luogo.

Cosa vedere assolutamente in India?

Ci sono talmente tante bellezze naturali e architettoniche che probabilmente una vita non potrà bastare per riempirsi gli occhi di tutto ciò che c’è in India.

Di sicuro non può mancare una bella ed entusiasmante visita al Rajasthan, lo stato federato più grande di tutta l’India.

Questo territorio fu dominato da diversi regni in passato e i palazzi e le fortezze magnifiche che rimangono sono la testimonianza di tutto questo.

Quando ho viaggiato per il Rajasthan sono rimasta senza parole dalla bellezza straordinaria di monumenti come il Taj Mahal, l’Hawa Mahal, l’Amber Fort e il City Palace.

Non crederete ai vostri occhi quando vedrete tramontare quella grossa palla arancione dietro la facciata di uno di questi palazzi incantati, vi sembrerà di essere entrati in un film della Disney.

Un’altra esperienza che vi cambierà la vita sarà quella di viaggiare da una città all’altra a bordo di un treno Indiano.

È indescrivibile quello che si prova a fare un viaggio del genere e senza dubbio vivrete talmente tante emozioni che diventerete delle persone diverse.

Se invece siete alla ricerca di risposte sul grande mistero della vita e se volete capire davvero la vostra vera essenza non potete non prenotare un biglietto aereo per Rishikesh o per Goa o avventurarvi sulle montagne dell’Himalaya.

Questi paesi sono famosi per essere sede di numerosissime Ashram in cui fare dei ritiri spirituali e imparare tecniche come la meditazione e lo yoga.

In poche parole tutto ciò che farete in India vi sommergerà, vi sbalordirà e vi spiazzerà.

Cosa mangiare in India?

Potrei stare qui due ore a scrivere per cercare di descrivere la cucina Indiana ma mi limiterò a riassumere la sensazione di quel sapore speziato in una parola: entusiasmante.

Capita ancora, nonostante siano passati due anni, di immaginare di sentire per le strade il profumo dei piatti indiani.

Nessuna cucina come quella indiana saprà regalarvi quel sapore così buono e così forte, un sapore che non dimenticherete mai.

Tra le pietanze più buone in assoluto c’è il dal (zuppa di lenticchie), il rhoti (un pane indiano), il lassi (bevanda a base di yogurt e frutta), il chai (un tè/latte speziato) e il tandori (cibo macerato nello yogurt).

I sapori dei piatti vanno dal dolce al piccantissimo e dall’agrodolce al salato.

In conclusione non potete assolutamente perdervi un viaggio in India, vi servirà profondamente a diventare la miglior versione di voi stessi e a capire che siamo molto di più di quello che crediamo di essere.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo!

Leave a Reply