Riti sciamanici in Messico

Tempo di lettura: 4 minuti

Riti sciamanici in Messico

Durante gli ultimi anni della mia vita, passati tra un continente e l’altro, ho avuto la fortuna e l’immenso piacere di perdermi tra le culture, le strade e le tradizioni più belle del mondo.

Porto dentro me una serie di infiniti momenti straordinari e unici difficilmente raccontabili a parole.

Quando mi fermo per un determinato periodo di tempo per far riposare i miei occhi e il mio cuore dopo aver visto così tanta bellezza, penso: quante magnifiche e a volte assurde cose mi sarei persa in questa vita se non avessi iniziato a viaggiare?

Quanti colori mi sarei fatta sfuggire?

Quanti sapori non avrei mai provato?

Chiunque abbia preferito innamorarsi di un tramonto piuttosto che di un weekend passato a spendere il proprio denaro per cose inutili al centro commerciale, conosce perfettamente le sensazioni che provo scrivendo queste parole.

E sono sensazioni che vanno ben oltre l’immaginabile, perché é così, non c’è niente da fare, un viaggio ha il potere di farti vivere l’esperienza del puro immaginabile.

In questo articolo voglio raccontarti una di queste esperienze che ho vissuto negli ultimi mesi in cui viaggiavo per il Messico, uno dei paesi più straordinari mai visti prima.

Ho girato tutto il paese in bus, da città del Messico a Cancun, passando per il Guatemala e affrontando avventure di ogni tipo.

Mi sono riempita gli occhi e la mente il più possibile, ho preso tutto quello che quella terra ha voluto regalarmi, sono partita con uno zaino vuoto e sono tornata con l’anima piena.

Il sacro rito sciamanico del Temazcal:

Voglio raccontarti di questo rito sciamanico a cui ho partecipato in Messico, precisamente nelle campagne di Oaxaca, perché é stata una delle cose più particolari mai vissute prima.

Cos’é il Temazcal?

In lingua nahuati Temazcal significa: “casa della pietra caliente“.

Questa “casa” è in realtà una costruzione rudimentale bassa a forma circolare di cui le pareti e il pavimento sono fatte da resistente cemento.

Il soffitto assomiglia a un piccolo cono e all’interno ci sono 16 pali di bambù fissati da 4 anelli.

Il numero 4 infatti e tutti i suoi multipli hanno un significato particolare perché rappresentano in tutti i sensi le 4 fasi della vita: nascita, infanzia, età adulta e vecchiaia seguita dalla morte.

La cerimonia, guidata da un esperto sciamano, nel mio caso da una donna sciamana che portava avanti la tradizione secolare famigliare, consiste nello svolgere 4 puertas (o 4 porte).

4 fasi in cui 13 pietre alla volta vengono caricate nel braciere ardente al centro del Tamazcal, per un totale di 52 pietre, come le settimane dell’anno solare.

Trovarsi all’interno del Temazcal viene paragonato all’essere dentro al grembo materno e per questo questa cerimonia viene vista come una rinascita a tutti gli effetti.

Ogni parola, ogni canto, ogni preghiera che senti durante la cerimonia, ha lo scopo di purificare il corpo e l’anima per così poi aiutarti a rinascere.

La mia personale esperienza:

Ricordo di essere arrivata di prima mattina in questa meravigliosa campagna in mezzo al nulla e di essermi fermata a raccogliere dei bellissimi fiori gialli in mezzo al prato con la sciamana che avrebbe guidato la cerimonia.

Intorno si sentiva solo il sibilio di un vento leggero e il canto del gallo arrivare da qualche fattoria lontana.

La sciamana, una donna dall’energia mistica molto forte, mi ha accompagnata a piedi davanti al Temazcal, mi ha fatto togliere i vestiti e mi ha coperta con uno scialle tipico di colorata seta per farmi sentire subito a mio agio.

Da lì a poco ci saremmo spostate in un piccolo pezzo di prato verde per iniziare delle preghiere e per prendere confidenza con i 4 elementi della natura su cui è basata tutta la cerimonia.

Terra, acqua, aria e fuoco.

L’iniziazione è stata davvero molto suggestiva, abbiamo creato una composizione di fiori su un cerchio di sabbia, bruciato dell’incenso e la sciamana ha suonato una conchiglia.

Successivamente siamo entrati finalmente all’interno del Temazcal e subito l’ambiente si è fatto umido, caldo, buio e molto mistico.

Mi siedo appoggiata con la schiena al muro e poco dopo vengono caricate le prime pietre nel braciere al centro del Temazcal.

La capanna inizia a farsi molto calda per via delle pietre bagnate dall’acqua e il vapore ha il compito di liberarmi da tutto il male, la depressione, le cose negative e i miei problemi.

La sciamana canta e mi fa cantare con lei, prega e svolge la cerimonia con molta devozione.

Io mi rendo conto di star vivendo un momento davvero unico e rimango incredula di fronte alle emozioni che provo.

Spesso credo di non farcela più per via del caldo e del buio e la voglia di fuggire è molta, ma resisto e provo ad abbandonarmi completamente avendo fiducia in questa tradizione secolare magica.

Alla fine di tutta la cerimonia e una volta aperta la porta, esco ed è come se stessi provando il calore del sole per la prima volta sulla mia pelle.

Il vento è qualcosa di magico, mi accarezza e mi trasporta lontano con la mente, i colori sono più accesi e sembra davvero che io sia morta e risorta.

Un senso di leggerezza mi accompagna per molti giorni, mi sembra di camminare sulle nuvole e una grande pace si spazia dentro me.

È stato entusiasmante partecipare a un sacro rito di questo tipo e la cosa che mi rende davvero felice è poterti raccontare tutto ciò e farti venire voglia di sperimentare quello che ho fatto io ed aprire la tua mente.

Aprirla alle culture differenti, mescolarti ad altre tradizioni, evolverti come persona.

Niente come viaggiare ti farà espandere la coscienza.

Se questo articolo ti è piaciuto condividilo!

Leave a Reply